Una notte blu cobalto

Pubblicato il 05 Mag 2014 in Commedia
Filmato SD
Trailer

imm (11)Dino Malaspina è uno studente universitario fuori corso e fuori strada. Colpito al cuore da un amore finito ha smarrito la direzione e il senso. Ossessionato da Valeria, che gli preferisce il teatro e le amiche, piange e si consuma nei ricordi. Perso l’ennesimo appello, Dino risponde all’annuncio di una pizzeria, “La Blu Cobalto”, e viene assunto da Turi, singolare gestore che cita Sunzi e lo introduce all’ “arte della guerra” e della vita. Dentro una notte catanese, consegnerà una pizza e un sorriso a una messe di clienti eccentrici e infinitamente soli, superando l’empasse e muovendo finalmente in avanti la sua vita.
Opera prima di Daniele Gangemi Una notte blu cobalto è un racconto di formazione dove sogno e realtà cortocircuitano dentro una notte livida lanciata verso un altrove che attrae e insieme sgomenta. Protagonista è lo studente stralunato e disorientato di Corrado Fortuna, colto nel bel mezzo del suo gelido inverno con un libretto universitario polveroso e mai concluso. Malaspina, come il nobile omonimo dantesco, rimane in attesa e prende tempo in “purgatorio”, (rim)piangendo i fasti di un passato amore almeno fino a quando non gli carambola tra le mani la risoluzione del proprio destino. Un colore e un uomo, il Turi di Alessandro Haber, lo inviteranno a un viaggio al termine della notte, dove lo studente dovrà decidere se accettare il mutamento offerto dalla sorte, rilanciando la sua vita verso un futuro tutto da decifrare o difendendo a tutti i costi lo stato delle cose.
L’esordio “blu” di Gangemi è un viaggio surreale che parla della ricerca dell’autonomia e di persone che azzardano camminare (o correre) con le proprie gambe, andando incontro al rischio della libertà. A incarnare diligentemente quel “rischio” è il volto scanzonato e informale di Corrado Fortuna, magnifico interprete di una gioventù fuori corso e fuori tempo massimo, “impedito” a un passo dall’agognato (?) ingresso nel “mondo dei grandi”. Dietro e intorno a lui scorre Catania, col pieno compatto dei suoi quartieri storici e il vuoto astratto della periferia, e un sud surreale che elegge a protagonista l’Italia contemporanea della solitudine e dell’abbandono, esemplificata dagli strampalati clienti della pizzeria, probabili e possibili proiezioni del giovane Malaspina.
Sulle note blu cobalto di Giuliano Sangiorgi, frontman dei Negramaro, il regista catanese costruisce il vuoto di uno spazio sociale ormai invisibile e scolpisce abilmente il notturno dell’avventura di Malaspina, lasciando aperti (a interpretazione) i segreti metafisici emersi dal buio della città, che aspetta una nuova alba. Contro un sistema che deprime e “affama” il cinema off, la notte blu cobalto di Gangemi per fortuna e buona sorte vede la luce, uscendo dal gruppo dei sommersi e degli esclusi. Nell’Italia del duopolio Rai-Mediaset, costretta a tentare (e inventare) troppo spesso distribuzioni “creative”, non è poco davvero. Fonte Trama

Versione: DVDRip – Qualità: A.10 – V.10

Streaming:
Nowvideo
Speedvideo

Download:
Nowdownload