Land Of The Lost

Pubblicato il 19 Nov 2012 in Avventura

Land of the Lost è tratto da una serie televisiva degli anni ’70 che lasciava molto spazio all’immaginazione: realizzata con un budget irrisorio, mostrava effetti speciali amatoriali con chiaro ammiccamento ai giochi per bambini.
Land of the Lost ne ricostruisce l’atmosfera, con gag insignificanti, effetti speciali poco più evoluti e una serie di situazioni di cui si conosce il seguito ancor prima che inizino. Per dovere di cronaca, la trama racconta di uno scienziato di basso calibro che scopre un varco spazio-temporale verso un’altra dimensione. Bloccato nel mondo parallelo si trova a lottare contro piante, dinosauri e alieni che vogliono dominare il mondo, tra le reliquie insabbiate della civiltà occidentale.
Contrariamente al divertente e più riuscito Viaggio al centro della terra 3D, il film di Brad Silberling (regista di Casper e Lemony Snicket) non si basa su riferimenti di genere o letterari, ma su una sorta di frenetica messa in scena del trash legato alla serie televisiva. Una serie di gag decisamente non rivolte ai bambini é dunque il filo conduttore di una trama sfilacciata che non fa che riproporre le migliori (?) idee della serie.
Ora, l’interesse del trash, nei remake di alcuni film o serie del passato, é necessariamente legato al rinvio a un’epoca culturale con le sue mode e costumi. Di conseguenza non é il prodotto televisivo in sé a fare senso, quanto ciò che di quell’epoca si trasmette (un modo di fare televisione ormai sorpassato, dei riferimenti a un contesto storico diverso ecc.). L’operazione di ricreare un’opera trash é dunque estremamente delicata, si tratta di un lavoro di reinterpretazione riuscito solo in alcuni, sparuti casi: nelle mani di Tarantino per esempio, e con intenti che trascendono i puri scopi commerciali…

 

 

 

 

Versione: DvdRip – Qualità V:10 – A:10
Streaming:

VideoPremium
NowVideo
PutLocker

Download:
DepositFiles
LikeUpload