Dossier Odessa

Pubblicato il 14 Giu 2013 in Thriller

imm (12)Amburgo, novembre 1963: il giovane ed aitante Peter Miller vive modestamente come giornalista free lance in perenne attesa di uno scoop che gli consenta il salto di qualità, quando la sera della morte del presidente americano John F. Kennedy, incorre nel suicidio con il gas[1] di un povero ed anziano ebreo, venendo quindi in possesso del diario che il defunto ha lasciato, la cui lettura cambia per sempre la vita del giovane. L’anziano ex architetto Salomon Tauber, narra la sua odissea di deportato a Riga, ove la moglie morì uccisa con i gas di scarico di un pullman all’uopo attrezzato dal sadico comandante del campo, il famigerato SS Eduard Roschmann, spesso macchiatosi personalmente di numerosi delitti. L’uomo narra la sua testimonianza dell’uccisione a sangue freddo di un capitano della Wehrmacht, decorato con la massima onorificenza militare, che tentava di impedire l’appropriazione a beneficio delle SS e per scopi poco chiari, di una nave che dal porto di Riga avrebbe dovuto recare in Germania dei soldati tedeschi feriti sul fronte russo. Il diario si conclude riportando la fuga di Roschmann e la sua nuova vita sotto falso nome, grazie all’aiuto di Odessa[2], un’organizzazione segreta di copertura costituita da ex ufficiali e sottufficiali SS.
Miller indaga tra mille traversie e disavventure, come un pestaggio ad un raduno di ex nazisti. La ragnatela dell’organizzazione è molto estesa, contando di numerosi personaggi insospettabili, inseriti in posti di responsabilità sia nelle organizzazioni pubbliche che in quelle private, fra i quali ci sta pure il capo del suo amico commissario. L’attività di Miller si incontra con quella dei servizi segreti israeliani, il Mossad, il quale cerca di impedire che una società elettronica tedesca fornisca al presidente egiziano Nasser la guida per i missili con i quali intende annientare lo Stato di Israele. Contattato Simon Wiesenthal, a Vienna, che gli fornisce importanti dati, Miller è intercettato dal Mossad, e convinto a infiltrarsi nell’organizzazione nazista, dopo idoneo addestramento. Inesperto in attività spionistica, Miller agisce incautamente, attirando l’attenzione dell’organizzazione nazista e rischiando di rimanere ucciso da un giovane sicario dell’Odessa. Miller tuttavia riesce ad avere i documenti falsi e recuperare dal tipografo compiacente l’elenco degli ex nazisti riciclati nell’organizzazione, con tanto di foto, dati anagrafici sia originali che nuovi. Miller si trova armato in casa di Roschmann, faccia a faccia con l’ex SS, spiegandogli che il suo intento non è di giustizia ma di vendetta, per una questione strettamente personale.

Versione: DVDRip – Qualità: A.10 – V.10

Streaming:
Videopremium